16:30 Forza Italia, le ragioni dell’Italia prima di quelle politiche

Forza Italia ha la “responsabilità di anteporre le ragioni dell’Italia a quelle politiche”. “Berlusconi uno statista”. Così Roberto OCCHIUTO, deputato di FI, eletto in Calabria, nella sua analisi del voto e della possibilità di un governo di centrodetsra. “Il Pd è scomparso. I 5Stelle li metterei alla prova con i loro programmi irrealizzabili”.

 

Roma – In Calabria Forza Italia tra i risultati più alti e con i collegi uninominali – tra i pochi – vinti al Sud, come avete fatto?
“Con il 21%, effettivamente, siamo la prima regione per percentuale a Forza Italia. Con Berlusconi in campo avremmo raggiunto questo risultato in tutt’Italia. Purtroppo non è stato possibile per la sua indisponibilità alla candidatura diretta, nonostante la splendida campagna elettorale. Come abbiamo fatto? Abbiamo messo in campo una squadra di persone radicate sul territorio che hanno saputo acquisire la fiducia degli elettori. Così abbiamo vinto tre collegi uninominali come centrodestra: due a Forza Italia, uno alla Camera e l’altro al Senato. È un risultato estremamente soddisfacente ma dobbiamo riconoscere che in Calabria, e in tutto il Mezzogiorno, le elezioni le ha vinte il M5s”.

Perché l’onda gialla?
“Il M5s è stato favorito dal crollo della sinistra. Soprattutto del Pd che in alcune realtà è arrivato all’11 percento. Questo ha fatto aumentare il voto ai cinque stelle. Ed ecco che le nostre percentuali tra il 36 e il 37 percento non sono bastate per vincere anche altrove”.

Secondo lei a cosa è dovuta la debacle del partito di Matteo Renzi?
“Le cattive politiche di governo. Ad esempio, in regioni dove il centrosinistra amministra, come la Campania con De Luca, la Puglia con Emiliano e la Calabria con Oliverio: il Pd, infatti, è scomparso e i loro elettori hanno votato M5s”.

Ritornando ai 5 Stelle, molti ritengono che il dato della disoccupazione e della povertà al Sud sia direttamente proporzionale al risultato del movimento di Grillo, cosa ci dice?
“I grillini hanno cavalcato l’onda del disagio e della sofferenza. Hanno fatto leva sulle difficoltà di tanti elettori che si sono sentiti trascurati dalla politica. Altro fattore che hanno sfruttato è stata la proposta dell’impossibile reddito di cittadinanza. Ma credo, che il risultato, sia soprattutto un voto di forte protesta e di indignazione verso le politiche del centrosinistra nazionale che negli ultimi anni ha trascurato il Mezzogiorno”.

Un sistema tripolare perfetto con un governo da fare subito, la linea di Forza Italia? Berlusconi cosa vi ha detto?
“Berlusconi come al solito, nei momenti difficili del Paese, si dimostra il leader politico più capace e responsabile: non vuole esporre l’Italia a speculazioni finanziarie e a debolezze internazionali. Per questo ci ha chiesto un forte senso di responsabilità nel solo interesse dell’Italia. Guardi, le dico questo: se dovessimo inseguire ragioni di opportunità, la tentazione di lasciare al M5s la possibilità di fare un governo sarebbe fortissima. Così forse gli italiani si renderebbero conto che i 5 Stelle hanno un programma impossibile da realizzare, hanno illuso gli elettori che ritornerebbero a darci fiducia con le nostre proposte concrete. Sono convinto infatti che solo con la riduzione della pressione fiscale – la flat tax – si possa realmente dare nuovo impulso economico al nostro Paese. Detto questo, ripeto: alle ragioni di opportunità vanno contrapposte però quelle di responsabilità. L’Italia è un paese importante nello scacchiere europeo e internazionale. Non possiamo correre questo rischio: Forza Italia sarà responsabile e unita, al di là di quello che la stampa da giorni scrive”.

Le possibilità di un governo di centrodestra?
“E’ ancora tutto da scrivere, la situazione è complessa e può avere gli esiti più differenti. Certo è che il centrodestra ha un numero di parlamentari superiore a quello del M5s: ha quindi il dovere di provare a fare un governo. Lo vedremo nei prossimi giorni subito dopo l’elezione dei presidenti delle Camere e, soprattutto, lo si vedrà insieme al presidente della Repubblica Mattarella che ha la responsabilità e la saggezza necessaria per fare ciò che è più utile al Paese”.

Marco Trombetta, RFI24

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...